SPIRITO TRAIL • corsa naturale e drop

SPIRITO TRAIL

Trail Running Forum

corsa naturale e drop

Preparazione, alimentazione, gestione gara

Moderatore: NoTrail

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda IAmOnlyHappyWhenIFk » 20/03/2017, 11:37

mircuz ha scritto:Cerchiamo di usare un po' del vecchio buon senso. E' ovvio che non è sufficiente fare SOLO esercizi a secco di equilibrio o rafforzamento degli addominali ecc...ma questi sono un'integrazione da fare quando non si può uscire o non si ha tempo per fare altro. Ed è certamente utile che gli esercizi in questione si avvicinino quanto più possibile al movimento che andremo a svolgere poi sul campo.

Io su questo sarei anche d'accordo...

mircuz ha scritto:Però magari se speri di allenare il core solo correndo ti ritrovi prima con la schiena a pezzi!

Io la penso molto ma molto diversamente.
Sia sul metodo sia sul merito.
Spendo 2 parole sul metodo: diffido fortemente di chi fa' affermazioni del tipo bianco/nero, o meglio chi estremizza le conseguenze come se non esistessero le vie di mezzo, per esempio dire "se non fai così ti ritrovi con la schiena a pezzi" a mio parere è un modo completamente sbagliato di esprimersi.
Se poi tu intendevi dire: "se non fai così è possibile che tu abbia delle conseguenze e nel peggiore dei casi ti ritrovi ad avere grossi problemi alla schiena", ok, l'ho capito... o almeno lo spero per te che la mia interpretazione sia corretta...

Ma andiamo al merito: è chi l'ha detto che servono gli esercizi di core? O meglio so che lo dicono in tanti, anche gente con molta esperienze atletoni professoroni, ecc ecc... ma evidenze scientifiche? Nada de nada.

Ma rimanendo sul "buonsenso".
Intanto buonsenso non vuol dire nulla, per esempio il mio buonsenso dice tuttaltro: ma come pensate che esercizi al core possano anche lontanamente simulare una discesa tecnica? Ma stiamo scherzando? Intanto, in una discesa tecnica intervengono miriadi di muscoli, tendini, articolazioni, senza contare la dinamicità, gli impatti, i tempi di reazione, la valutazione a colpo d'occhio del terreno e dei migliori punti di appoggio, ecc ecc.
Poi, come mai, io che non faccio MAI esercizi per il core, non ho alcun problema alla schiena anche facendo sia skyrace che trail lunghi? Capita solo a me? Io non credo proprio.

mircuz ha scritto:Per quanto riguarda le discese, si allenano fino ad un certo punto, ma se non sei portato non c'è niente da fare!

In parte concordo, ma io sospetto che molti/troppi sottovalutano le discese e non si allenino a sufficienza, altrimenti non mi spiego come alcuni atleti che vanno più forte di me, in discesa sembrano tanto vecchietti che supero senza sforzo.
Avatar utente
IAmOnlyHappyWhenIFk
 
Messaggi: 560
Iscritto il: 05/09/2014, 9:23

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda mircuz » 20/03/2017, 14:14

Nella mia storia lavorativa mi sono un po' rovinato la schiena, tanto che ad un certo punto mi capitava spesso di bloccarmi (il classico colpo della strega). Allora su consiglio di preparatori atletici, fisioterapisti ecc... mi sono messo a fare esercizi per rafforzare addominali e dorsali. Sono passati una trentina d'anni ma la mia schiena da allora è stata molto meglio! Quindi credo che si possano equiparare lavori pesanti e corsa e trarne le logiche conseguenze! Se poi tu non ritieni opportuno fare questo tipo di esercizi, buon per te, ma magari molti altri possono trarne giovamento.
La corsa in discesa si può allenare di sicuro, ma se non si ha l'attitudine c'è poco da fare, secondo me. Poi molti credo che trascurino questo tipo di allenamento non tanto perché non lo ritengono utile, ma proprio per la paura di usurarsi.
Torni sempre ad insistere sulla scientificità di certe altrui affermazioni, ma guarda che la mela cade lo stesso anche se non conosci la legge di Newton... :mrgreen:
Avatar utente
mircuz
 
Messaggi: 1022
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda Sylvain IT » 20/03/2017, 15:22

mircuz ha scritto:Torni sempre ad insistere sulla scientificità di certe altrui affermazioni, ma guarda che la mela cade lo stesso anche se non conosci la legge di Newton... :mrgreen:


:arrow: Ci ho pensato un po', poi ancora un po'... poi ancora... 'un c'é verso di dirlo meglio! :mrgreen:

Tuttavia mi sembra che in un certo senso siate anche d'accordo senza volerlo ammettere...
- il core, non si può paragonare ad un allenamento in natura, ci pensavo ieri lavorando nel mio giardino: non c'é niente di meglio di un vero movimento :idea: poi vuoi mettere la soddisfazione di usare bastoncini in natura, oppure di sistemare qualcosa con le proprie manine... io tutto questo alzare di pesi in tuttina fluo, non lo capisco :mrgreen:
- vice versa, se ti fai davvero un allenamento in discesa, fai si certo core, si certo lavori i piedi, si certo fai eccentrico... però nel tempo stesso ti stanchi le ginocchia, la schiena, ecc. è talmente ovvio che il lavoro di tipo 'palestra' ti permette di fare un allenamento incrocciato, ed i vantaggi sono talmenti noti, che non avrebbe senso non farlo ;)

:arrow: ma poi, con la 'corsa naturale' :?: :?: :?:
Sylvain IT
 
Messaggi: 93
Iscritto il: 20/09/2016, 15:23

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda mircuz » 20/03/2017, 16:10

Sono d'accordo con molte affermazioni di Happy :shock: :mrgreen:
Riguardo gli allenamenti "a secco", oggi la tendenza è di fare degli esercizi che non impegnano il singolo muscolo, ma una parte più completa della catena cinetica (spero di aver usato il termine giusto). In questo modo la trasportabilità di un allenamento allo sport che poi andiamo a praticare è maggiore.
Sempre prendendo ad esempio altre attività, quando praticavo l'arrampicata avevi voglia ad arrampicare, ma se volevi veramente allenare in maniera completa dei particolari distretti muscolari, dovevi per forza farlo in palestra, perché qui potevi creare le condizioni per portare al limite la resistenza di quel muscolo, cosa difficile da fare in natura. Certo questo non vuol dire allenarsi solo a secco, ma incrociare i due tipi di allenamento, come dice Sylvain.
Avatar utente
mircuz
 
Messaggi: 1022
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda deeago » 20/03/2017, 22:44

Quella della mela è geniale! :lol:
Avatar utente
deeago
 
Messaggi: 2976
Iscritto il: 10/09/2010, 9:15
Località: MILANO

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda IAmOnlyHappyWhenIFk » 21/03/2017, 8:25

Bellissima l'analogia della mela... beh, insomma bellissima...vediamo di completarla, allora diciamo che quando tira un vento fortissimo, durante la caduta, la mela non cade più verticalmente, allora il perfetto daquandista dirà una cosa del tipo: ah, ecco, quando c'è forte vento la gravità viene alterata, non rendendosi conto che ha sì ok, ha trovato una correlazione ma ha sbagliato la vera causalità (vedi https://it.wikiversity.org/wiki/Correlazione_e_causalit%C3%A0)
In realtà una qualcuno potrebbe dire che anche quella è una causalità... peccato però che non sia quella più giusta perché lo ha portata a fare una affermazione completamente sbagliata: "la gravità viene alterata"... ma qui il discorso si fa' troppo complicato...lasciamo stare...
Tra l'altro mi piacerebbe proporre un quiz a chi è stimolato da questi discorsi... magari tra tanti daquandisti qualcuno un po' più orientato al metodo scientifico c'è anche qui..., comunque il mio quiz è: qual'è la terza variabile? Sono proprio curioso di vedere se qualcuno risponde....

Tornando al tema, perché questa analogia? Ma è semplice: perché troppo spesso si trovano delle correlazioni ma si sbagliano le causalità.
Succede spesso? Sì sì succede molto spesso, e pure i cosidetti 'scienziati' non ne sono affatto immuni. C'è anche da dire che i giornalisti sono dei formidabili trasformatori e acceleratori di farloccate, ma anche qui il discorso sarebbe lungo...
Avatar utente
IAmOnlyHappyWhenIFk
 
Messaggi: 560
Iscritto il: 05/09/2014, 9:23

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda IAmOnlyHappyWhenIFk » 21/03/2017, 8:31

mircuz ha scritto:Sempre prendendo ad esempio altre attività, quando praticavo l'arrampicata avevi voglia ad arrampicare, ma se volevi veramente allenare in maniera completa dei particolari distretti muscolari, dovevi per forza farlo in palestra, perché qui potevi creare le condizioni per portare al limite la resistenza di quel muscolo, cosa difficile da fare in natura. Certo questo non vuol dire allenarsi solo a secco, ma incrociare i due tipi di allenamento, come dice Sylvain.

Ok, io non pratico l'arrampicata, ma immagino che ci siano passaggi che richiedono particolare forza su alcuni muscoli e altri passaggi che richiedono forza su altri muscoli e magari tu sai che su alcune cose devi allenarti meglio ed è poco pratico andare su roccia a trovare le condizioni ideali, meglio fare qualcosa in palestra.
Ok, ma io su questo sono completamente d'accordo con te.
Avatar utente
IAmOnlyHappyWhenIFk
 
Messaggi: 560
Iscritto il: 05/09/2014, 9:23

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda IAmOnlyHappyWhenIFk » 21/03/2017, 8:38

Sylvain IT ha scritto:
mircuz ha scritto:Torni sempre ad insistere sulla scientificità di certe altrui affermazioni, ma guarda che la mela cade lo stesso anche se non conosci la legge di Newton... :mrgreen:


:arrow: Ci ho pensato un po', poi ancora un po'... poi ancora... 'un c'é verso di dirlo meglio! :mrgreen:

Tuttavia mi sembra che in un certo senso siate anche d'accordo senza volerlo ammettere...
- il core, non si può paragonare ad un allenamento in natura, ci pensavo ieri lavorando nel mio giardino: non c'é niente di meglio di un vero movimento :idea: poi vuoi mettere la soddisfazione di usare bastoncini in natura, oppure di sistemare qualcosa con le proprie manine... io tutto questo alzare di pesi in tuttina fluo, non lo capisco :mrgreen:
- vice versa, se ti fai davvero un allenamento in discesa, fai si certo core, si certo lavori i piedi, si certo fai eccentrico... però nel tempo stesso ti stanchi le ginocchia, la schiena, ecc. è talmente ovvio che il lavoro di tipo 'palestra' ti permette di fare un allenamento incrocciato, ed i vantaggi sono talmenti noti, che non avrebbe senso non farlo ;)

:arrow: ma poi, con la 'corsa naturale' :?: :?: :?:


Il ragionamento fila e sono d'accordo con te su molte cose.
Non sono d'accordo su quelle che consideri ovvietà.
Per esempio: ti stanchi le ginocchia e la schiena... e allora? perché a fare i lunghi non ti stanchi un sacco di cose? Sì, ebbene fa parte dell'allenamento.
Se poi intendevi parlare di usura, come ad esempio l'usura delle cartilagini delle ginocchia... beh, il discorso si complica perché ancora non si sa molto, sembrerebbe che se uno non ha patologie o problemi, l'usura non sembrerebbe un problema... ma ripeto non se ne sa ancora molto.
Avatar utente
IAmOnlyHappyWhenIFk
 
Messaggi: 560
Iscritto il: 05/09/2014, 9:23

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda IAmOnlyHappyWhenIFk » 21/03/2017, 8:45

mircuz ha scritto:Nella mia storia lavorativa mi sono un po' rovinato la schiena, tanto che ad un certo punto mi capitava spesso di bloccarmi (il classico colpo della strega). Allora su consiglio di preparatori atletici, fisioterapisti ecc... mi sono messo a fare esercizi per rafforzare addominali e dorsali. Sono passati una trentina d'anni ma la mia schiena da allora è stata molto meglio! Quindi credo che si possano equiparare lavori pesanti e corsa e trarne le logiche conseguenze! Se poi tu non ritieni opportuno fare questo tipo di esercizi, buon per te, ma magari molti altri possono trarne giovamento.
La corsa in discesa si può allenare di sicuro, ma se non si ha l'attitudine c'è poco da fare, secondo me. Poi molti credo che trascurino questo tipo di allenamento non tanto perché non lo ritengono utile, ma proprio per la paura di usurarsi.
Torni sempre ad insistere sulla scientificità di certe altrui affermazioni, ma guarda che la mela cade lo stesso anche se non conosci la legge di Newton... :mrgreen:

Ok, sono d'accordo, se uno ha problemi, traumi, punti deboli noti ecc ecc è giusto che rafforzi e alleni i suoi punti deboli, in palestra o nel luogo più adatto.
A me pareva che molti discorsi qui fossero fatti a prescindere dall'esistenza di patologie e problemi.
Per me invece è di fondamentale importanza questa distinzione perché quello che può essere allenante per un soggetto completamente sano potrebbe essere dannoso per un soggetto che ha un problema.
Avatar utente
IAmOnlyHappyWhenIFk
 
Messaggi: 560
Iscritto il: 05/09/2014, 9:23

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda same » 21/03/2017, 9:09

mircuz ha scritto:Sempre prendendo ad esempio altre attività, quando praticavo l'arrampicata avevi voglia ad arrampicare, ma se volevi veramente allenare in maniera completa dei particolari distretti muscolari, dovevi per forza farlo in palestra, perché qui potevi creare le condizioni per portare al limite la resistenza di quel muscolo, cosa difficile da fare in natura. Certo questo non vuol dire allenarsi solo a secco, ma incrociare i due tipi di allenamento, come dice Sylvain.

Se sei fortunato ed hai la possibilità di scalare in falesia 3 o 4 volte a settimana fidati che è molto meglio che allenarsi al pannello o, peggio ancora, a secco. Il problema è che pochi possono farlo e allora la palestra diventa un comodo surrogato...
same
 
Messaggi: 58
Iscritto il: 25/11/2014, 9:24
Località: Genova

Torna a Allenamento

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 2 ospiti