Fine settimana 18-19 maggio

Ancora protagonista il maltempo durante il week end, meteo infame sia in Italia che in Francia dove si disputava una prova delle Migu Run Skyrunner® World Series. Annullato il Grand Raid Prealpi Trevigiane.

 

portepietra credits marcorostagno withartvideo (1)

©Marco Rostagno - withartvideo

LE PORTE DI PIETRA

Venerdì sera alle 20 si sono aperte le danze di questa edizione delle Porte di Pietra a Cantalupo Ligure (Al). 106 km e 5600 m+ i dati tecnici dei “Villaggi di Pietra”. Gara gestita benissimo dal varesotto Fabio Di Giacomo che ha lasciato sfogare gli avversari nella prima parte di gara per poi prendere il comando e vedere aumentare il suo vantaggio, Di Giacomo chiude la sua prova in 15:13:14. Secondo posto per Simone Tucci in 15:44:35, completa il podio Maurizio Gualeni in 15:59:08. Tra le donne la vittoria va a Danila Barone in 20:42:38, seconda Maura Tasin (21:25:13), terza Valeria Carusi (22:50:23).
Sabato mattina alle 7 il via della classica “Porte di Pietra” (72 km 4000 m+), il friulano Fulvio Dapit prende subito il comando e va a vincere nettamente in 8:12:01, secondo posto per il valdostano Erik Pinet in 8:38:14, completa il podio Andrea Beoldo in 9:10:44. In campo femminile si impone, dopo il ritiro di Chiara Bertino, Daniela Bonnet in 10:55.35, gli altri gradini del podio sono occupati da Monica D’Urso (11:21:51) e Marta Tresoldi (11:50:04).
Nelle Finestre di Pietra (44 km 2200 m+) il giovane valdostano Davide Cheraz, che rappresenterà l’Italia ai Mondiali Trail in Portogallo prende subito il comando e taglia il traguardo in 4:07:12, davanti a Davide Cavalletti (4:21.36) e Manuel Bonardi (4:22:45). Tra le donne cavalcata solitaria per Stephanie Jimenez che chiude dodicesima assoluta in 5:16:21, seguita da Enrica Gouthier (5:48:51) e Mihaela Marinescu (5:52:58).

http://www.gliorsi.org/
https://trailive.wedosport.net/parziali.asp?evt=50394

 

garda trentino trail

GARDA TRENTINO TRAIL

Tre i percorsi previsti dal Garda Trentino Trail, la gara più lunga prevedeva 60 km e 3500 m+, tra l’Alto Garda Trentino e la Valle di Ledro, la partenza era prevista ad Arco el’ arrivo a Riva del Garda dopo i passaggi ai laghi di Tenno, Ledro e Garda. La vittoria è andata al trentino Enzo Romeri, dopo i tentativi negli anni precedenti, ha dominato la gara e ha tagliato il traguardo in 5:59:01, secondo posto per il lombardo Christian Pizzatti (6:32:23), terzo l’altoatesino Christian Insam in 6:45:33. Tra le donne vittoria per Simona Gambaro in 7:55:56, con un podio completato dall’ altoatesina Maria Regina Spiess (8:01:46) e da Sara Scotti (8:17:12).

Nella 45 km, 4:19:34 è il tempo impiegato dai due trentini Francesco Trenti e Christian Modena che han corso quasi tutta la gara insieme, terzo posto per Daniel Degasperi (4:42:19). Francesca Pretto invece è stata protagonista assoluta tra le donne, finendo al sesto posto assoluto in 5:03:23, precedendo Anna Conti (5:21:22) e Camilla Spagnol (5:31:51).
Nella Ledro Trail Experience, 30 km e 1200 m+ vittoria per il britannico Robbie Britton in 2:31:26, seguito da Manuel Speranza (2:32:11) e dal local Michele Bartoli (2:32:46). A imporsi al femminile è stata la bellunese Martina Valmassoi , netta la sua vittoria con un tempo di 2:53:36, podio completato dalla polacca Marta Stepien (3:26:27) e Francesca Rovelli (3:28:12).
https://www.gardatrentinotrail.it/

https://trailive.wedosport.net/index.asp?evt=49736

 

©MRSWS   Roger Salanova   Elena Rukhliada w

©MRSWS - Roger Salanova

SKYRACE DES MATHEYSINS

Questo week end si correva un’altra prova delle Migu Run Skyrunner® World Series, l’unica skyrace in territorio francese, nel dipartimento dell’Isere. 450 partecipanti, provenienti da 30 nazioni si sono presentati al via a Saint Honoré, con condizioni estreme, pioggia, neve e tratti tecnici.
Tra gli uomini subito protagonista il ventenne francese Théo Detienne, seguito dallo sloveno Rok Bratina, che prenderà poi il comando e dal polacco Bartlomiej Przedwojewski. Nella parte tecnica passa al comando il canadese Nick Elson, ma nella discesa finale il polacco cambia marcia e va a vincere in 2:35:10, il francese Detienne arriva solo 33” dopo, terzo posto per il giovane Bratina in 2:36:37, quarto il canadese Nick Elson, seguito dal bulgaro Kiril Nikolov.
Tra le donne, vittoria a sorpresa per la russa Elena Rukhliada, alla sua prima esperienza nelle Series, “stampa” un incredibile 2:57:06, precedendo la favorita statunitense Hillary Gerardi sempre a suo agio su terreni così “tosti”, la Gerardi chiude in 3:03:23 precedendo la connazionale Katie Schide (3:05:23), quarta la spagnola Oihana Azkorbebeitia, quinta la rumena Ingrid Mutter.

https://www.skyrace-des-matheysins.com/