TRANS D’HAVET, 100 MIGLIA MONVISO E ORBOBIE SKYRAID, IL TRIS DEL WEEK END

Le protagoniste del week end: una classica come la Trans d’Havet, una nuova 100 Miglia in territorio italiano come quella del Monviso e una gara che ritorna e si rifà il look, come l’Orobie Skyraid.

 

Testo di Maurizio Scilla

 

TRANS D’HAVET

Ultrabericus Roberto Mastrotto ph Nadia Pietrobelli

© Nadia Pietrobelli

Decima edizione per questa gara che quest’anno mette in standby la gara clou di 80 km, l’Ultrabericus Team ha pensato a due tracciati: la Marathon di 42 km 2700 m+ e l’Half Marathon di 24 km e 1500 m+.
Nella Marathon sin dai primi metri prende il comando il bresciano Diego Angella, al Rifugio Montefalcone (29 km) transita con più di 12’ sul vicentino Roberto Mastrotto, seguito da Vittorio Marchi. Al traguardo di Valdagno le posizioni non cambiano, per Angella il cronometro si ferma sul tempo di 4:29:18, Mastrotto chiude 4:43:41 davanti a Vittorio Marchi (4:50:41).

in campo femminile gara analoga a quella degli uomini per quanto riguarda la testa della corsa con Stefania Merlo (già seconda all’Ultrabericus quest’anno)  sempre a dettare il ritmo e chiudere in5:51:33. Medaglia d’argento per Marta Cunico in 6:01:30 e bronzo a Ilaria Pedri (6:13:30).

Nella gara “corta” ad avere la meglio è il mezzofondista trentino Alex Cavallar, che si lascia alle spalle nell’ordine i vicentini Mirko Cocco e Ruggero Pianegonda. Non semplice invece l’individuazione del podio al femminile in seguito alla triplice squalifica per mancanza di parte del materiale obbligatorio all’arrivo, comminata nell’ordine a Elisabetta Stocco, Maria Elisa Venco e Gaia Signorini. La vittoria va ad un’incredula Alice Casali davanti alla patavina Vica Zaharia e a Chiara Renso.

https://www.transdhavet.it/

CLASSIFICA MASCHILE  RECOARO MARATHON
1. Diego Angella  4:29:18
2. Roberto Mastrotto  4:43:41
3. Vittorio Marchi 4:50:41

CLASSIFICA FEMMINILE RECOARO MARATHON

Stefania Merlo 5:51:33
2. Marta Cunico 6:01:30
3. Ilaria Pedri 6:13:30

CLASSIFICA MASCHILE MONTEFALCONE HAL F MARATHON
1. Alex Cavallar 2:23:41
2. Mirko Cocco 2:26:03
3. Ruggero Pianegonda 2:39:13

CLASSIFICA FEMMINILE MONTEFALCONE HAL F MARATHON
1. Alice Casali 3:37:33
2. Vica Zaharia 3:49:11
3. Chiara Renso 3:55:50

 

OROBIE SKYRAID

© Maurizio Torri

Sui sentieri orobici tra Val Seriana e Valle Brembana si corre l’Orobie Skyraid, 56 km e 3800 m+ molto duri e tecnici,  con partenza da Ardesio e arrivo a Valbondione, toccando i rifugi Alpe Corte, Laghi Gemelli, Calvi, Brunone, Coca e le baite di Maslana. Tra gli uomini il favorito, il valdostano Franco Collé è costretto a rinunciare per un problema al tendine d’achille. Il bergamasco Luca Arrigoni, reduce da un eccellente sesto posto ai recenti mondiali di skyrunning, prova subito il forcing e si rende protagonista di una gara tutta in solitaria che lo vede chiudere in  7h11’18”. Alle sue spalle il veronese Francesco Lorenzi imposta una tattica più guardinga risalendo dalla ottava alla seconda posizione, con crono finale di 7h46’25”. A completare il podio l’altro bergamasco  Luca Carrara che dopo una lunga battaglia con Clemente Belinghieri, nella discesa finale riesce a prevalere in 7h59’06”.

Tra le donne, nessun problema per la campionessa italiana trail GiudittaTurini che corre in solitaria andando a vincere in 8h36’11”. Più combattuta è stata la lotta per il podio. Chiara Galli, saldamente in seconda posizione rimane tagliata fuori dopo una caduta con conseguente botta al ginocchio. Ne approfittano Giulia Zanotti e Daniela Rota che nella seconda metà di gara si affrontano a suon di sorpassi. Sul finale la più esperta Rota ha la meglio giungendo seconda in 9h20’09”. Terza piazza per Zanotti in 9h25’25”.

https://orobieskyraid.it/

CLASSIFICA MASCHILE
1. Luca Arrigoni 7:11:18
2. Francesco Lorenzi  7:46:25
3. Luca Carrara 7:59:06

CLASSIFICA FEMMINILE
1. Giuditta Turini 8:36:11
2. Daniela Rota 9:20:09
3. Giulia Zanotti 9:25:25

 

100 MIGLIA MONVISO

100 Miglia MonViso PH Stefano Jeantet

© Stefano Jeantet

Un week end intenso e pieno di emozioni quello appena trascorso per la Valle Po e la Valle Varaita che hanno visto percorrere i propri sentieri dai trailer impegnati su tre distanze diverse.
La prova regina era la 100 Miglia del Monviso con i suoi 168 km e 8030 m+, previsto anche il classico Trail Tour Monviso  Trail (41 km 2670 m+), per concludere con la Monviso Vertical Race. Venerdì sera alle 21 nella centralissima piazza Cavour di Saluzzo viene dato il via alla 100 Miglia che porta gli atleti a percorrere tutta la Valle Po per raggiungere Crissolo, qui si conclude la prima parte molto corribile. Da qui inizia la salita prima a Pian della Regina e poi a Pian del Re, il Re di Pietra come viene chiamato il Monviso si avvicina. Il terreno diventa più impegnativo, le pietraie la fanno da padrone e le pendenze aumentano. Si passano i Rifugi Giacoletti, Sella, Alpetto, poi dal Passo di San Chiaffredo inizia la discesa verso Casteldelfino. Qui si percorre la Valle Varaita con ancora alcune salite impegnative, per poi man mano perdere quota e raggiungere Saluzzo.

Da notare che gli inspiegabili divieti francesi al transito hanno portato ad una variante in territorio italiano più spettacolare ma, nel contempo, molto più  tecnica e muscolare che ha determinato un tempo più alto di quanto preventivato.
157 gli atleti al via,  il fortissimo locale Paolo Bert rimane al comando fino a Crissolo (70 km), poi entra in crisi nella parte centrale della gara ed arriva ad avere 40’ sul varesotto Fabio Di Giacomo, il piemontese riesce a superare la crisi e si rende autore di una discesa mozzafiato che lo porta a recuperare molti minuti, raggiunge il battistrada verso il Colle del Pret e va a vincere in solitaria in 23:46:47, secondo posto per Fabio Di Giacomo  in 24:35:41, terzo posto per Piero Bello in 25:55:28.

Da sottolineare la prova di Silvia Ainhoa Trigueros Garrote, la basca già vincitrice per due volte del Tor des Geants, chiude la gara con un favoloso quinto posto assoluto in 26:46:54, il podio viene completato Daniela Bonnet  (33:31:56) e da Isabella Vidili (35:56:20).

Nel Tour Monviso Trail vittoria come previsto per uno dei gemelli Dematteis, dopo aver corso tutta la gara insieme, è Bernard a tagliare per primo il traguardo in 4.18:59 seguito da Martin, grande prova anche per
Marco Bergo che chiude la sua prova a meno di 5’ dai fenomeni della Valle Varaita.

In campo femminile si impone come da pronostico la cuneese residente in Valtellina, Elisa Desco con il tempo di  5:04:47, podio completato da Marina Cugnetto (5:17:48) e Laura Barale (5:50:32).
A Crissolo nella Monviso Vertical Race (3,9 km 1000 m+) vittorie per Andrea Rostan e alla ruandese Lucy Wambui Murigi.

https://www.100migliamonviso.eu/

CLASSIFICA MASCHILE 100 MIGLIA MONVISO
1. Paolo Bert 23:46:47
2. Fabio Di Giacomo  24:35:41
3. Piero Bello 25:55:28

CLASSIFICA FEMMINILE 100 MIGLIA MONVISO
1. Silvia Ainhoa Trigueros Garrote 26:46:54
2. Daniela Bonnet  33:31:56
3. Isabella Vidili 35:56:20

CLASSIFICA MASCHILE TOUR MONVISO TRAIL
1. Bernard Dematteis  4:18:59  
2. Martin Dematteis 4:19:01
3. Marco Bergo 4:23:28

CLASSIFICA FEMMINILE TOUR MONVISO TRAIL
1. Elisa Desco 5:04:47    
2. Marina Cugnetto5:17:48
3. Laura Barale 5:50:32

CLASSIFICA MASCHILE MONVISO VERTICAL RACE
1. Andrea Rostan 36:20
2. Gianluca Ghiano 40:07
3. Davide Preve 41:45

CLASSIFICA FEMMINILE MONVISO VERTICAL RACE
1. Lucy Wambui Murigi 46:05
2. Ilaria Veronese 47:24               
3. Elisabetta Piacenza 52:19