Porte di Pietra, le favorite

di Francesco Rigodanza

Mancano pochi giorni al via della Porte di Pietra. 72 km e 4500 m+ che, in quanto campionato Italiano avrà ruolo fondamentale per andare a formare la squadra azzurra in vista dei mondiali di novembre.

 

Per le previsioni in campo femminile regna assoluta l’incertezza. Mentre tra gli uomini il 2021 ha mostrato qualche confronto tra i migliori atleti, in questo caso l’ultimo evento di alto livello è stato UTLO 2020 e quindi per fare dei bilanci dovremo basarci su un risultato vecchio di 7 mesi su una distanza leggermente più corta, e su qualche prestazione individuale nel corso di questa stagione. Giuste premesse per dire che l’errore sulle potenziali favorite è tanto, tanto quanto lo spazio per eventuali sorprese.

 

Martina Valmassoi edited

 

L’attenzione sarà tutte per le atlete italiane, quindi ci perdoneranno Katie Schide e Camille Bruyas, le due favorite per la vittoria finale, se non le prendiamo in considerazione nella preview.

Favorite per la vittoria (in ordine di punteggio ITRA):

  • Martian Valmassoi, Salomon, 724;
  • Cecilia Flori, Altra, 724;
  • Julia Kessler, 716;
  • Giuditta Turini, Hoka One One, 695.

 

 

Partiamo quindi da cosa era successo a Omegna qualche mese fa: Julia Kessler vince la UTLO, ma a causa del tesseramento RunCard giornaliero, lascia il titolo di campionessa italiana a Giuditta Turini. Rimangono le favorite con l’incognita che non gareggiano da gennaio. Con serie intenzioni di vittoria c’è Cecilia Flori, atleta di alto profilo sulle lunghe distanze, in particolare nelle gare americane (5° Western States 2018, 2° Black Canyon 100 2020). Viene a correre Porte di Pietra pur con lo spettro della quarantena al ritorno in Nuova Zelanda (luogo dove vive e lavora). Chapeaux. Infine tra le favorite va menzionata Martina Valmassoi sui cui le previsioni sono un chiaro e sincero “Boh”. Non gareggia in un Trail dal 2019. Può tutto. Il fondo per fare 24 ore di up&down sugli sci ce l’ha, bisognerà vedere come questo può essere convertito in punteggio ITRA.

Favorite per il podio:

  • Nicol Guidolin, Tornado, 695;
  • Lisa Borzani, Tecnica, 673;
  • Virginia Olivieri, Salomon, 663.

Nicol Guidolin è sicuramente l’atleta che ha corso di più in questo 2021. Corsa della Bora, Trail del Patriarca e Due Rocche. Tutte vittorie. Le manca l’esperienza sui 70 km ma potrebbe essere indicata come la più in forma. Due spicci me li giocherei. Lisa Borzani e Virginia Olivieri sono invece le due certezze sulle lunghe distanze. Virginia Olivieri riparte dal 5° posto con cui aveva terminato la UTLO 2020 mentre Lisa Borzani, può confermare la buona gamba mostrata con vittoria alla Abbots way 90 k.

Come da premessa iniziale, le sorprese potrebbero essere molte e quindi occhio anche ad altre atlete che hanno tutto il diritto di ambire alle prime posizioni.

Favorite per la top 10:

  • Chiara Giovando, 668;
  • Moira Guerini, Tornado, 663;
  • Camilla Spagnol, KM Sport, 649,
  • Emanuela Scilla Tonetti, Tecnica, 607.