SPIRITO TRAIL • Ultrabericus edizione nove (VI) - 16.03.2019

SPIRITO TRAIL

Trail Running Forum

Ultrabericus edizione nove (VI) - 16.03.2019

Cronache e racconti

Moderatore: emme

Regole del forum
Questa sezione è dedicata ai racconti delle gare, dal giorno in cui si disputano in avanti: commenti, risultati, opinioni.
Nel titolo scrivete il nome della gara, la provincia e la data di svolgimento.

Ultrabericus edizione nove (VI) - 16.03.2019

Messaggioda andregr81 » 19/03/2019, 12:35

Che strano però che ancora non se ne sia parlato della "classicissima di primavera" del Trail.
La gara dei record, oltre a Christian Modena che ha infranto la barriera delle 5h 30 di gara, anche la partecipazione ha visto circa 1800 atleti al via, di cui oltre 1000 sulla prova integrale di 65 Km.
Dopo il freddo e il fango dello scorso anno, sabato 16 marzo splende un bel sole primaverile su Piazza dei Signori, sono al via per la quarta volta. Come per l'AIM di tre settimane fa, anche oggi niente cronometro al polso e obiettivo unico quello di godermi la giornata. In più, approfittando del tempo buono, mentre io mi trovo a scorazzare su e giù per i Colli Berici, la mia compagna Veronica si gode le bellezze della città, almeno per una volta non è costretta ad aspettarmi ore e ore in un paesino sperduto.
Fa un pochino caldo per la stagione e bevo parecchio, me ne accorgo dal numero di soste tecniche, in genere una o due, stavolta ben cinque... Nonostante un rallentamento di qualche minuto alla salita ripida di Valle di Vicari, arrivo al controllo intorno al Km 24 in meno di tre ore e anche nel successivo tratto fino all'Eremo di San Donato (me ne accorgo solo dopo aver visto le classifiche), guadagno parecchie posizioni: sto tirando troppo, meglio rallentare prima di rischiare la debacle. Infatti nella seconda parte rallento vistosamente, pur mantenendo un ritmo regolare, mi faccio sfilare da qualcuno fino al tremendo rettilineo di Torri di Arcugnano. Quei 3 Km piatti mi mettono in difficoltà, mi rifaccio un po' al ristoro e poi riparto. Solo nell'ultima mezz'ora di gara accendo la luce, quando ormai ho passato le recinzioni dell'Area Militare della Fontega. Su di nuovo verso il Monte Berico, poi giù da quella scalinata che per tutti rappresenta la liberazione dalle fatiche. Alle 19,20 sono di nuovo in Piazza dei Signori, nella confusione della folla non vedo la mia metà che mi aspettava proprio a fianco dell'arco dell'arrivo.
Senza cronometro addosso (ma soprattutto senza fango), quasi 2 ore meglio dell'anno scorso e migliorato di oltre mezz'ora il 9h 53m del 2013. Organizzazione che non ha certo bisogno di presentazioni, volontari impeccabili e ristori ulteriormente migliorati (la tradizionale pasta in brodo anche se con un po' di caldo ci stava benone, per non parlare dei cimiteri di bottiglie di birra vuote...) purtroppo un pacco gara non all'altezza delle aspettative, ma di questi tempi un pacco gara decente è una rarità.
Mi permetto di lanciare una piccola per l'organizzazione... l'anno prossimo 10° anniversario, organizzare un'edizione speciale per l'occasione? Magari un percorso un po' più lungo...
Avatar utente
andregr81
 
Messaggi: 592
Iscritto il: 01/10/2012, 7:39
Località: Ultrapadus Mantuanus

Re: Ultrabericus edizione nove (VI) - 16.03.2019

Messaggioda El_Gae » 19/03/2019, 12:55

Su Facebook qualcuno parlava di una possibile 100 km... quel ninìn più lunga :D
Avatar utente
El_Gae
 
Messaggi: 853
Iscritto il: 27/08/2014, 14:35

Re: Ultrabericus edizione nove (VI) - 16.03.2019

Messaggioda gambacorta » 19/03/2019, 18:11

3° Bericus anche per me, il secondo in questo verso e +/- nelle medesime condizioni meteo/terreno ... ho sofferto parecchio fino a S. Donato, avevo i quadricipiti bollenti e nn ne volevano sapere ne di, ne di corricchiare, si erano proprio stanchi :mrgreen: , non mi sembrava di patire il caldo ma grondavo come una fontana e proprio nn riuscivo a spingere, e quasi m'era balenata l'idea di fermarmi, poi invece, sarà stato mircuz (sto giro son riuscito a riconoscerlo :geek: ) e il fagiano che era con lui a rinfrancarmi un pò e mi son ripreso chiudendo tra l'altro come m'ero proposto prima di partire, arrivare almeno 1" sotto le 10h, e ci son riuscito per 8" :lol:
Gara sempre bella e per il prossimo anno ..... 100 son tantini, eh!!
Avatar utente
gambacorta
 
Messaggi: 238
Iscritto il: 29/10/2014, 17:39

Re: Ultrabericus edizione nove (VI) - 16.03.2019

Messaggioda mircuz » 19/03/2019, 20:47

Felice di averti conosciuto Gambacorta!
La gara è bella, organizzata in maniera strepitosa, gli Ultraberici sono simpatici e competenti (grande Betta) e in questo periodo dell'anno dove la trovi un'altra gara così, kilometraggio perfetto, altimetria giusta, location da favola, grande partecipazione? Sì l'anno prossimo special edition 100km, pare, ma per me sono tantini già così :mrgreen:
Questa era la mia quarta edizione e puntavo a fare un buon tempo, invece dopo San Donato ho mollato e pensato solo ad arrivare in fondo. Saranno stati i postumi dell'influenza, ma il male alle gambe, i crampi, la tachicardia e la tosse mi hanno ridimensionato le aspettative!
L'anno prossimo non so se torno, ma voi fatela che è bellissima!!!
Avatar utente
mircuz
 
Messaggi: 2778
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: Ultrabericus edizione nove (VI) - 16.03.2019

Messaggioda Marietto » 20/03/2019, 7:58

andregr81 ha scritto: ....Mi permetto di lanciare una piccola per l'organizzazione... l'anno prossimo 10° anniversario, organizzare un'edizione speciale per l'occasione? Magari un percorso un po' più lungo...


Ma va là....non vorrai mica che gli ultraberici per la decima edizione si inventano un percorso ancora più lungo (addirittura 100 km?? :o ) sui berici poi?? non siamo mica in valle d'Aosta.... :lol:
Marietto
 
Messaggi: 2398
Iscritto il: 06/09/2010, 13:35

Re: Ultrabericus edizione nove (VI) - 16.03.2019

Messaggioda Ico » 20/03/2019, 9:23

Presente pure io per la seconda volta dopo il 2016, quindi percorrenza in senso opposto.
Il percorso si presta davvero bene a varie modalità di gara, a ritmo scampagnata, a tutta birra (quella non manca mai fortunatamente :lol:), alternando tratti più corribili a tratti da affrontare con ritmo più tranquillo. Concordo che come appuntamento di inizio stagione è davvero imperdibile, meglio comunque avere alemo 40 km nelle gambe per non soffrire troppo i tanti km da correre :)
L'organizzazione è sempre impeccabile, dall'inizio alla fine. Ho affrontato il percorso con grande tranquillità i primi 45 km (mi sembra intorno alle 6h15') per poi accelerare fino all'arrivo, almeno questo era l'intenzione, poi mi sono fatto prendere la gamba nei 10 km filanti tra il 45 e il 55 (fatti in un'ora :roll: ) per tenere il passo di una bella biondina che però faceva la staffetta!! Così gli ultimi km sono diventati poi lunghetti, complici anche qualche birra di troppo ai ristori, ma va benissimo così :mrgreen:
Avatar utente
Ico
 
Messaggi: 1454
Iscritto il: 31/01/2013, 14:21
Località: Canavese

Re: Ultrabericus edizione nove (VI) - 16.03.2019

Messaggioda motosega » 20/03/2019, 11:31

Cazzarola, potevate passare a salutarmi alle sacche. Non dico alla consegna (era un carnaio) ma almeno al ritiro !!
Vabbè, almeno ho conosciuto Breitner.
Avatar utente
motosega
 
Messaggi: 763
Iscritto il: 05/09/2014, 9:38
Località: In riva all'Adige

Re: Ultrabericus edizione nove (VI) - 16.03.2019

Messaggioda mircuz » 20/03/2019, 13:48

A mio avviso 100 km sui Berici sono una forzatura. Vien fuori un zig-zag un po' snervante, a mio parere. Certo in qualche maniera la 10° edizione bisogna celebrarla!
Nel mio post precedente non ho citato i ristori, che invece meritano un grande elogio. A parte la gentilezza dei volontari, la minestrina da metà gara in poi, l'acqua minerale GASATA, il sistema di rifornimento di acqua normale superveloce, i panini con formaggio e affettato, un po' di birra....tante chicche da non sottovalutare!
Avatar utente
mircuz
 
Messaggi: 2778
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: Ultrabericus edizione nove (VI) - 16.03.2019

Messaggioda breitner » 20/03/2019, 16:47

allora...innanzitutto ho avuto il piacere di conoscere motosega. alla consegna sacche. Invece all'arrivo il saluto è stato più "forzato" per via delle mie condizioni (poi spiego).
Eravamo già venuti all'Ultrabericus due anni fa, in staffetta con la moglie. Per questo conoscevo abbastanza bene i primi 35 km.
Stavolta ci siamo divisi. Lei sulla 23 ed io sulla 65.
Il percorso, ovviamente, è molto bello. L'inizio della primavera lo rende anche colorato (invece dalle mie parti il terreno è secco e le piante/fiori faticano ad uscire, non piove seriamente da molto tempo).
L'organizzazione è stata perfetta. I ristori ottimi e forniti. Che dire...solo complimenti.
Però dal 55° km ero convinto di essere ormai arrivato ed ho cominciato a faticare. Mi ero messo in testa che era un'unica discesa e invece no. Salite brevi ma ripide hanno messo a dura prova i miei quadricipi che ho dovuto "picchiare" sovente per renderli un po' più morbidi.
Ho superato il traguardo felice e contento. Poi una crisi. Mi sono coricato a terra e sono stato circondato dai volontari della croce rossa che mi hanno aiutato. Calo di pressione notevole. mi era già successo altre volte.
Ho apprezzato moltissimo la loro professionalità e, soprattutto, pazienza. Perchè non amo farmi toccare, ne prendere medicinali, ancor meno farmi misurare pressione, o peggio farmi una flebo. Che ho rifiutato con decisione.
Il medico presente ha anche alzato un po la voce, ma io sono più vecchio. e comunque ha capito ed è stato splendido (complimenti giganteschi). Mi ha anche dato alcune indicazioni su che fare in futuro che seguirò certamente.
Purtroppo, come dicevo, il saluto a motosega è stato veloce... ci sarà un'altra occasione. Ne sono certo.
anche la moglie ha terminato bene la 23 km pur non avendo granchè di km nelle gambe.
Il giorno successivo: Padova con la Cappella Scrovegni (spettacolare). Vicenza già visitata due anni fa.
Ed ora basta. alla prox (e ancora saluti a motosega... ma perchè motosega?)
Avatar utente
breitner
 
Messaggi: 379
Iscritto il: 11/07/2011, 16:54

Re: Ultrabericus edizione nove (VI) - 16.03.2019

Messaggioda motosega » 21/03/2019, 12:46

Sono contento si sia trattato solo di un calo di pressione. Immaginavo non fosse niente di grave perchè osservando tua moglie si vedeva che fosse tutto sommato tranquilla. A meno che non puntasse ad sereno vedovato !! :lol: :lol:
breitner ha scritto:... ma perchè motosega?)

Perchè credo di essere uno dei pochi (se non il solo) ad essersi laureato con una tesi sulle motoseghe !! ;)
Avatar utente
motosega
 
Messaggi: 763
Iscritto il: 05/09/2014, 9:38
Località: In riva all'Adige

Torna a Gare Trail

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti